Il museo “in musica” (A Musical Museum)

Roma è talmente ricca di musei che alle volte mi dico che non ci sarà mai abbastanza tempo per visitarli tutti. Ci sono musei noti, musei speciali, i curiosi e i meno noti,  come quello che abbiamo visitato oggi, il Museo degli Strumenti Musicali.

Grazie a un magnifico storyteller, un maestro di viola, siamo andati alla scoperta dei tesori del museo, l’intera collezione di un cantante lirico dei primi del Novecento, che oltre ad essere stato il primo Rodolfo della storia della musica (“La Bohème” di Giacomo Puccini) era anche una sorta di accumulatore seriale, un collezionista perfetto: Evan Gorga.

Tra arpe che sono opere d’arte, strumenti a fiato e ad arco (c’è anche la “viola d’amore“!) e il primo pianoforte della storia, costruito dal suo stesso inventore (Bartolomeo Cristofori) abbiamo ascoltato gli aneddoti più divertenti sul giovane Mozart e sulla veemenza di Beethoven e infine ci siamo incantati ad ascoltare l’Inno alla gioia eseguito con la viola.

Al prossimo post (dedicato alle spille, troppo trascurate ultimamente!)..

(EN) Rome is so rich in museums that sometimes I say that we will never have enough time to visit all of them. There are well-known museums, special museums, the curious and lesser known, like the one we visited today, the Museum of Musical Instruments. A brilliant storyteller, a viola’s performer, guided us to discover the treasures of the museum, the entire collection of an opera singer of the early twentieth century, which in addition to being the first Rodolfo in music history (“La Bohème” Giacomo Puccini) was also a perfect collector: Evan Gorga.

Among harp, that are museum’s masterpiece, wind and bowed instruments (there is also the “viola of love”!) and the first piano of history, built by his own inventor (Bartolomeo Cristofori) we heard the anecdotes the more amusing about the young Mozart and Beethoven’s vehemence and finally we listen the Ode to Joy performed with the viola.

To the next post (dedicated to the pins, too neglected lately!) ..

18

Maglia/Sweater: Alisya da “Lo specchio di Bridget” – Spilla vintage/Vintage brooch: Coro – Pochette/Purse: vintage

Annunci

8 pensieri su “Il museo “in musica” (A Musical Museum)

  1. @Eni: è molto bello, sicuramente originale e fuori dai soliti circuiti 🙂

    @Dania: spero che Roma ti sia piaciuta! La prossima volta che vieni giù mi offro come guida!

    @Addie: you’re always so kind, thank you dear 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...